Diritto Bancario


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26754 - pubb. 05/03/2022

Manipolazione tasso interesse euribor e riflessi sui mutui a tasso variabile

Tribunale Verona, 15 Febbraio 2022. Est. Burti.


Mutuo a tasso variabile – Euribor – Manipolazione del mercato – Strumenti finanziari



Non vi è alcun collegamento funzionale (nell'accezione di cui alla sentenza Cass. Sez. Un. 30.12.2021, n. 41994) tra il contratto di mutuo a tasso variabile fatto valere in sede esecutiva e l’intesa anti-concorrenziale colpita dal provvedimento sanzionatorio della Commissione Europea con decisione del 4 dicembre 2013: il contratto di mutuo, pur facendo riferimento al tasso Euribor, non è stato, infatti, un mezzo per propalare nel mercato gli effetti della “intesa” anticoncorrenziale, la quale, a ben vedere, non aveva ad oggetto il mercato dei mutui a tasso variabile conclusi dalle banche nell’esercizio dell’attività istituzionale di impiego del denaro, ma il diverso mercato degli strumenti finanziari e, in particolare, il mercato dei derivati sui tassi d’interesse. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Il testo integrale